Non annullate la grazia di Dio

Galati 2:21 Io non annullo la grazia di Dio; perché se la giustizia si ottenesse per mezzo della legge, Cristo sarebbe dunque morto inutilmente
Se la salvezza si potesse guadagnare o meritare non sarebbe più il dono della grazia di Dio.
Paolo affermerà poco più avanti a Galati 3:21
se fosse stata data una legge capace di produrre la vita, allora sì, la giustizia sarebbe venuta dalla legge; ma la Scrittura ha rinchiuso ogni cosa sotto peccato, affinché i beni promessi sulla base della fede in Gesù Cristo fossero dati ai credenti.
La morte di Gesù era utile e necessaria per darci la capacità di capire, era necessaria per la nostra giustificazione, per la nostra santificazione e per la nostra redenzione.
1 Corinzi 1:30  Ed è grazie a lui che voi siete in Cristo Gesù, che da Dio è stato fatto per noi sapienza, ossia giustizia, santificazione e redenzione;
Con la sua morte Cristo ha pagato la pena richiesta dalla legge che tutti gli uomini avevano trasgredito.
Come si annulla la grazia di Dio?
1 Non riconoscere che Cristo mi ha amato e ha dato se stesso per me, (SAPIENZA)
 il Signore non ha avuto solo belle parole d’amore, ha anche avvertito quelli che avrebbero rifiutato il suo dono ineffabile, del giudizio a venire, e il principio della sapienza è proprio il timore dell’eterno.
Ma non si è fermato alla parola, il suo amore si è dimostrato perfetto, si è donato totalmente fino alla morte di Croce. Egli è stato fatto per noi sapienza. Egli ci ha fatto conoscere con la sua vita il Dio invisibile.
2 Non vivere la propria vita nella fede nel figlio di Dio, (GIUSTIFICAZIONE)
 in chi o in cosa mettiamo la fede noi? C’è chi pone la propria fede in se stesso, in quello che possiede o in qualche persona che si offre come guida, noi mettiamo la nostra fede nel figlio di Dio, siamo giustificati dalla fede nel figlio di Dio. Siamo giustificati dalle opere? No dalla fede nel figlio di Dio.
Romani 5:1  Giustificati dunque per fede, abbiamo pace con Dio per mezzo di Gesù Cristo, nostro Signore,
3 Non credere che Cristo vive in me e Non sono più io che vivo (SANTIFICAZIONE)
siamo stati suggellati con lo Spirito di Dio, se opponiamo resistenza, se rattristiamo, se spegniamo lo Spirito di Dio Cristo non vive più in noi ma rimane solo la nostra carne. La santificazione è un percorso che compiamo con lo spirito di Dio che ci guida in questa vita.
Galati 5:16  Io dico: camminate secondo lo Spirito e non adempirete affatto i desideri della carne.
4 Non avere la certezza che Sono stato crocifisso con cristo, (REDENZIONE)
 i cristiani sono giunti a questa conclusione che uno solo morì per tutti quindi tutti morirono, e ch’egli morì per tutti, affinché quelli che vivono non vivano più per sé stessi, ma per colui che è morto e risuscitato per loro.( 2°Corinzi 5:15)
Efesini 1:7  In lui abbiamo la redenzione mediante il suo sangue,
Diceva proprio così Paolo,
Sono stato crocifisso con Cristo: non sono più io che vivo, ma Cristo vive in me!
La vita che vivo ora nella carne, la vivo nella fede nel Figlio di Dio il quale mi ha amato e ha dato sé stesso per me.
Io non annullo la grazia di Dio; perché se la giustizia si ottenesse per mezzo della legge, Cristo sarebbe dunque morto inutilmente.
Di Andrea Sanfelici