Tutto nasce dal Caos

Tutto nasce dal caos

Nel principio Dio creò i cieli e la terra.( Genesi 1:1 )
Molto tempo fa, quando andavo ancora alle scuole medie la professoressa di scienze ci ha fatto vedere un filmato che mi è rimasto molto impresso, ancora oggi mi ricordo bene le immagini di quel viaggio che iniziava dal luogo più lontano che l’uomo conosce…. Dallo spazio infinito, un viaggio verso il nostro pianeta, attraversando galassie e milioni di stele, lasciandosi alle spalle lo splendore della via lattea e il nostro sistema solare, sfiorando la luna per poi entrare nella nostra atmosfera e ancora giù oltre le nuvole in caduta libera fino a terra, dove un uomo seduto in un prato sembrava essere la meta. Ma il viaggio continuava, una volta arrivati sulla sua pelle si entrava ancora per scoprire un altro universo, le cellule, il nucleo, il codice genetico, gli atomi, altre galassie…
Alla fine del filmato la professoressa disse “questo è quello che studieremo insieme”.
Da quel momento in poi abbiamo cominciato ad affidarci alle scoperte degli uomini per spiegare ogni cosa, c’erano regole per tutto, nemmeno una mela poteva cadere in pace senza formule scientifiche che dovessi imparare a memoria, cominciavo a perdere l’entusiasmo.
La scienza ci permette di dare uno sguardo affascinante al mondo che ci circonda, gli scienziati scoprono le leggi che regolano il funzionamento di ogni cosa, ma i perché restano molto spesso, se non sempre, in sospeso.
Perché dal caos dovrebbero nascere così tante leggi?
La bibbia dice che Dio controlla l’universo, che Dio ha creato ogni cosa e che ogni cosa è sottomessa alla sua legge…
Grazie a Dio è vero, potete immaginare che caos se non fosse così!?
Scusate il gioco di parole ma l’esistenza di Dio non è un ipotesi credibile ma è veramente l’unica certezza che può soddisfare pienamente il mio desiderio di risposte.
L’universo si sottomette alla legge di Dio fortunatamente: il sistema solare è sottomesso alla legge di Dio, la terra è sottomessa alla legge di Dio, il giorno e la notte, la natura, l’acqua, gli alberi, fino alle cose più piccole come gli atomi sono sottomessi alla legge di Dio; e l’uomo?
L’uomo ha conquistato la conoscenza, adesso vuole fare di testa sua, all’uomo poi non piacciono le leggi, ne quelle che si è dato da solo , tanto meno quelle di un Dio che non si vede e non pretende…
C’è un detto che dice “fatta la legge trovato l’inganno” per fortuna è vero solo per gli uomini.
Noi come ogni cosa che Dio ha creato siamo sottoposti alla sua legge, Egli non può permettere che noi continuiamo a non farci caso, Dio ama l’ordine.
La legge che Dio ha dato agli uomini è costantemente infranta e questo ci rende fallimentari agli occhi suoi, peccare è proprio questo, non sottomettersi alla sua legge. Pena della nostra disubbidienza, la cancellazione dal sistema, che sotto la legge funziona invece perfettamente.
«Dio giudicherà il giusto e l’empio poiché c’è un tempo per il giudizio di qualsiasi azione e, nel luogo fissato, sarà giudicata ogni opera».( Ecclesiaste 3:17 )
Cosa sarebbe la terra senza l’uomo? Un gran paradiso di boschi, foreste, acqua pura, aria sana, ecc. ecc.
Le nostre vite si sono sporcate con la disubbidienza , sporche di leggi infrante che non sono più perdonabili agli occhi di Dio, Egli non può permettere che continuiamo in eterno a fare battaglia con le sue leggi, ha detto che ci fermerà e dobbiamo avere la certezza che questa è un’altra delle sue promesse.
Ma per fortuna il nostro creatore ci ama smisuratamente e ha progettato per noi anche una nuova strada, un nuovo cammino, un’altra direzione, potrebbe distruggerci all’istante invece ci apre una porta per tornare a Lui.
Stretta è la porta e angusta la via che conduce alla vita, e pochi sono quelli che la trovano.( Matteo 7:14 )
Non solo vuole perdonarci, ci dà la possibilità di ricominciare, ci dà la possibilità di avere una vita di benedizioni, la gioia di far parte di nuovo della sua famiglia, del suo regno, tutto questo attraverso l’unica via di salvezza possibile, Gesù Cristo. E questo Dio non ce lo impone come legge, deve essere come per le altre cose, la nostra scelta; la scelta di cercare la piccola porta, di credere nella sua promessa, nella sua parola, nel suo amore che ci ha dimostrato in più occasioni e che continua a dimostrare in questo periodo di grazia.
L’uomo non ha la capacità di rimanere costantemente sotto le leggi divine, nemmeno se Dio racchiudesse il tutto sotto un’unica legge come“Amatevi gli uni gli altri” ( Giovanni 13:34 ), non sarebbe possibile per noi, ecco perché Dio ha caricato il nostro peccato sulle spalle di Gesù.
Nessuno può avvicinarsi a Dio così pieno di disubbidienza, la nostra punizione è stata fatta cadere su di Lui e noi ne siamo stati liberati… Che grande sollievo!!!
Dio infatti ha rinchiuso tutti nella disubbidienza per far misericordia a tutti.( Romani 11:32 )
Forse è affascinante pensare che tutto è nato dal caos ma sinceramente penso che l’unico caos che c’è, è nella mente dell’uomo.